Shops and Shopping – Elementary

Nel post Practical English- At the Shops abbiamo imparato alcune frasi utili da sapere quando si va per negozi a fare acquisti. Ma come si chiamano i vari negozi in inglese?
Lo vediamo oggi grazie a questo video molto carino realizzato dalla Zanichelli per il corso di inglese Performer B1. Pronti?

“Where do you buy your food? Do you usually go to the supermarket or to local shops? Or do you go to a street market?
Here’s a typical high street. There’s a supermarket, a sports shop, a boutique, a newsagent’s, a greengrocer’s, a baker’s and a chemist’s. But there isn’t a butcher’s in this street or a department store.
Look, at the end of the street there’s a street market. People are selling fruit and vegetables and clothes.
Let’s see what people are buying. Look, here’s Jenny. She usually shops in the supermarket, but today she’s buying fresh fruit and bread in the market. She often buys expensive dresses in a boutique, but today she’s looking for some cheap clothes for a change.
Here’s her neighbour, David. He is looking at trainers in the sports shop. He isn’t spending his money on food like pasta, tea or meat. He wants expensive trainers and a sports magazine.
Where’s Jenny? She isn’t shopping at the market now, she’s in the chemist’s, she’s buying medicine for her dad before going home.”

Ecco qua i vari negozi di cui si parla nel video:

supermarket = a large shop that sells all kinds of food and some household goods = supermercato
sports shop = a shop that sells sports clothes and equipment = negozio di articoli sportivi
boutique = a small shop that sells fashionable clothes, shoes, or jewellery = boutique
newsagent’s = a shop that sells newspapers, stationery, etc = edicola
greengrocer’s = a shop that sells fruit and vegetables = fruttivendolo
baker’s = a shop that sells bread, cakes, buns etc. = panificio
chemist’s = a shop that sells medicines, cosmetics, etc. = farmacia
butcher’s = a shop that sells meat = macellaio
department store = a large shop that sells a variety of goods organised into departments.

Oltre che di negozi, nel video si parla anche di street market = an open-air market often held only on a particular day of the week in a particular area = mercato.

Avete notato che alcuni nomi di negozi sono seguiti da ‘S?
Es. newsagent’s
Es. greengrocer’s
Es. baker’s
Es. chemist’s
Es. butcher’s

Si tratta dell’ ‘S del genitivo sassone. Abbiamo già avuto modo di parlare del genitivo sassone nel post Halloween in the UK, ma, già che ci siamo, ripassiamolo insieme!
Il genitivo sassone esprime un rapporto di appartenenza, in genere, tra una persona e una cosa o animale o tra una persona e un’altra persona.
Si costruisce aggiungendo ‘S al nome del possessore, quindi:
NOME DEL POSSESSORE + ‘S + NOME DELLA COSA POSSEDUTA (senza articolo)

Es. Pat’s car = l’auto di Pat

Attenzione:
– dall’esempio appena riportato vediamo che quando il possessore è indicato da un nome proprio non è mai preceduto da articolo;
– se il nome del possessore è un sostantivo plurale e termina in -S, si aggiunge solo l’apostrofo:
Es. My friends’ house = la casa dei miei amici;
– se i possessori sono più di uno e la cosa posseduta è in comune, si aggiunge ‘S solo al nome dell’ultimo possessore:
Es. Susan and Mark’s house = la casa di Susan e Mark;
– se, invece, i possessori sono più di uno e la cosa posseduta non è in comune, si aggiunge ‘S al nome di ciascun possessore:
Es. Susan’s and Mark’s shoes = le scarpe di Susan e di Mark;
– se il nome del possessore termina in S, si può aggiungere anche solo l’apostrofo (senza S):
Es. Nicholas’ book = il libro di Nicholas.

E ancora:
– quando la cosa posseduta può essere facilmente intuita, la possiamo omettere. È questo il caso, ad esempio, di nomi tipo house, restaurant, school, church, surgery, e, cosa che a noi interessa più da vicino in questo post, shop.

Per cui:

newsagent’s ⇒ newsagent’s shop
greengrocer’s ⇒ green grocer’s shop
baker’s ⇒ baker’s shop
chemist’s ⇒ chemist’s shop
butcher’s ⇒ butcher’s shop

Vi lascio qui degli esercizi da fare per fissare meglio la regola:
POSSESSIVE CASE – EXERCISE 1
POSSESSIVE CASE – EXERCISE 2
POSSESSIVE CASE – EXERCISE 3

Ho scelto questo video anche perché ci dà l’occasione di ripassare il Present Simple e il Present Continuous, che male non ci fa!
Guardiamo bene questi due esempi:
Es. She usually shops in the supermarket, but today she’s buying fresh fruit and bread in the market
Es. She often buys expensive dresses in a boutique, but today she’s looking for some cheap clothes for a change.

Il tempo verbale che dobbiamo usare in inglese per esprimere azioni abituali è il Present Simple:
Es. She usually shops in the supermarket
Es. She often buys expensive dresses in a boutique.

Mentre il tempo che dobbiamo usare per indicare azioni che si stanno svolgendo nel momento e/o periodo in cui si parla è il Present Continuous:
Es. Today she’s buying fresh fruit and bread in the market
Es. She’s looking for some cheap clothes for a change.

Per quanto riguardo il Present Simple, la costruzione della forma affermativa è:

SOGG + VERBO alla FORMA BASE (infinito senza”to”) +  RESTO della FRASE

Es. I go shopping in the morning   Vado a fare compere la mattina
Es. Mark goes* shopping in the morning   Mark va a fare compere la mattina.

*Per la terza persona singolare (he, she, it), generalmente il Present Simple si costruisce aggiungendo “S” alla forma base del verbo.

Dal momento che è di azioni abituali che stiamo parlando, è normale che con il Present Simple si usino gli avverbi di frequenza, i frequency adverbs. In particolare, i frequency adverbs usati nel nostro video sono:

– usually = di solito
– often = spesso

Ricordiamo che i frequency adverbs hanno una posizione ben precisa all’interno della frase: generalmente tra soggetto e verbo.

Per la costruzione della forma negativa e interrogativa e altre informazioni sul Present Simple vi rimando al post Daily routine –Vocabulary.

Per quanto riguardo il Present Continuous, invece, la costruzione della forma affermativa è:

SOGG + PRESENT SIMPLE del verbo to BE + FORMA ING del VERBO*

Es. Susan is reading a book at the moment  In questo momento Susan sta leggendo un libro
Es. I am writing a post today        Oggi sto scrivendo un post.

*A proposito della “Forma ING”, questa generalmente si costruisce aggiungendo ING al verbo:

Es. sell ⇒  selling ⇒  People are selling fruit and vegetables
Es. buy ⇒  buying ⇒  She’s buying fresh fruit and bread in the market
Es. look for ⇒ looking for ⇒  He is looking at trainers in the sports shop.

Ma:
– se il verbo termina per E muta (non si sente): la E finale cade e si aggiunge ING
Es. have ⇒ having

– se il verbo è monosillabico e termina per consonante preceduta da una vocale: la consonante finale raddoppia e si aggiunge ING
Es. stop ⇒ stopping

– se il verbo termina per IE, IE diventa Y e si agginge ING:
Es. die ⇒  dying.

Per la costruzione della forma negativa e interrogativa e altre informazioni sul Present Continuous vi rimando al post. What are you doing? – Present Continuous part 1.

Nel frattempo, vi lascio qui alcuni esercizi da fare per capire meglio quando usare il Present Simple e quando il Present Continuous. Se vi occorrono altri chiarimenti, vi rimando al post What are you doing? – Present Continuous part 2. Mi raccomando!

PRESENT SIMPLE vs PRESENT CONTINUOUS – EXERCISE 1
PRESENT SIMPLE vs PRESENT CONTINUOUS – EXERCISE 2

A questo punto, non ci resta che vedere questa espressione idiomatica:

for a change = something different from what is usual = tanto per cambiare

e rispondere alle domande che ci vengono rivolte all’inizio del video, ovvero:
Where do you buy your food?
Do you usually go to the supermarket or to local shops?
Or do you go to a street market?

Come sempre, inizio io:
I don’t like food shopping very much, probably because there are no good supermarkets or shops in my area, and I have no time to go to a street market.
I usually go shopping twice a week and I go to two different supermarkets, depending on what I need to buy. In fact, I prefer getting fruit and vegetables from one supermarket, which, however, is quite expensive, and getting the rest of the shopping from the other one. What about you?

Buon lavoro! J


Janet L. Dubbini

snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake
%d bloggers like this:
Skip to toolbar