A Midsummer Night’s Dream

È capitato anche a voi di fare cose insensate per “amore” per poi finalmente rinsavire e sentirvi come se vi foste appena svegliati da un (brutto) sogno? Allora non vi sarà difficile immedesimarvi con i protagonisti di questa bellissima commedia!

Sogno d’una notte di mezza estate è senza dubbio una delle opere più amate e più rappresentate di William Shakespeare. Fu composta nello stesso periodo in cui il Bardo di Stratford-upon-Avon scrisse anche Romeo e Giulietta e, proprio come per Romeo e Giulietta, è l’amore uno dei temi principali di questa commedia, di cui, però, qui Shakespeare esplora il lato più leggero.
La trama di Sogno di una notte di mezza estate è in realtà piuttosto complessa. Pensate che la commedia ha addirittura un doppio finale, probabilmente perché fu inizialmente concepita per rappresentazioni private in occasione di feste nuziali dell’aristocrazia inglese, nel periodo in cui i teatri erano chiusi a causa della peste, e poi adattata, dopo la loro riapertura, per diventare uno spettacolo pubblico.

Questa versione è stata realizzata dal British Council nell’ambito dell’iniziativa Shakespeare Lives, per festeggiare i quattrocento anni dalla morte di Shakespeare (1616 – 2016).
Se ne avete bisogno, qui potete trovare la trascrizione, mentre qui potete trovare alcune attività da fare sulla storia.

Oltre a essere carinissimo, questo video ci dà l’occasione di vedere insieme due delle forme verbali usate in inglese per esprimere il futuro: “to be going to” e “will”.

To be going to”, detto anche futuro intenzionale, è usato per parlare di programmi futuri e/o intenzioni e di eventi che stanno per accadere, date premesse evidenti.

Ecco qua due esempi tratti dal video:

– Demetrius: “I’m going to follow them” – intenzione
– Helena: “Well, I’m going to follow you” – intenzione

La costruzione della FORMA AFFERMATIVA è:

SOGG + to BE (Present Simple: am/ is/ are) +  GOING TO + VERBO alla forma base:

Es: Demetrius is going to follow Hermia and Lysander

Per la costruzione della forma negativa e interrogativa si segue quanto abbiamo già visto per la costruzione della forma negativa e interrogativa del verbo to BE, ossia:

FORMA NEGATIVA:
SOGG + to BE (Present Simple: am/ is/ are) + NOT +  GOING TO + VERBO alla forma base

Es: Demetrius is not going to follow Hermia and Lysander

FORMA INTERROGATIVA:
to BE (Present Simple: am/ is/ are) + SOGG + VERBO alla forma base

Es: Is Demetrius going to follow Hermia and Lysander?

Per ulteriori informazioni su come si costruisce e come si usa “to be going to”, ecco qui la scheda: Going_to_Future, mentre qui potete trovare degli esercizi da fare online con tanto di soluzioni:

TO BE GOING TO – EXERCISE 1
TO BE GOING TO – EXERCISE 2

Will, invece, è usato per fare ipotesi e previsioni, per offrirsi o promettere di fare qualcosa, per esprimere una decisione presa al momento (con “I” o “we”) e per indicare eventi che avverranno a prescindere dalla nostra volontà. Non è usato per parlare di cose stabilite o accordi già presi.

Ecco qua due esempi dell’utilizzo di “will” tratti dal video:

– Oberon: “I’ll put the juice in your eyes”  – decisione presa al momento
– Oberon: “It will make you fall in love” – evento che avverrà a prescindere dalla volontà di Titania

La costruzione della FORMA AFFERMATIVA è:
SOGG + WILL  +  VERBO alla forma base:

Es: I will put the juice in your eyes

La costruzione della FORMA AFFERMATIVA CONTRATTA è:
SOGG + ‘LL  +  VERBO alla forma base:

Es: I’ll put the juice in your eyes.

Nella FORMA NEGATIVA, WILL è seguito da NOT:
SOGG + WILL  +  NOT + VERBO alla forma base:

Es: I will not put the juice in your eyes

La costruzione della FORMA NEGATIVA CONTRATTA è:
SOGG + WON’T + VERBO alla forma base:

Es: I won’t put the juice in your eyes

Nella FORMA INTERROGATIVA, WILL precede il soggetto:
WILL + SOGG + VERBO alla forma base

Es: Will I put the juice in your eyes?

Per ulteriori informazioni su come si costruisce e come si usa il futuro con will, ecco qui la scheda: Will_Future, mentre qui potete trovare degli esercizi da fare online con tanto di soluzioni:

WILL FUTURE – EXERCISE 1
WILL FUTURE – EXERCISE 2

Direi che ne abbiamo messa di carne al fuoco oggi! Buon lavoro e, mi raccomando, tenetemi aggiornata coi vostri progressi! j

Ps. Se volete saperne di più su William Shakespeare, il grande drammaturgo e poeta inglese, non perdetevi il post William Shakespeare – The Life!!


Janet L. Dubbini

snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake
%d bloggers like this:
Skip to toolbar