It’s Halloween

Ci siamo: it’s Halloween!
Quanti di voi oggi sono alle prese con zucche, maschere, costumi e dolcetti?
È vero, sebbene le sue origini, antichissime, vadano ricercate in Europa, in particolare nell’Irlanda celtica, Halloween è una festa tipicamente americana. Da qualche anno a questa parte, però, grazie proprio ai film e alle serie TV a stelle e strisce, sta prendendo piede un po’ ovunque, anche in Italia, dove Halloween è diventato una sorta di secondo carnevale, un’occasione per giocare a travestirsi e fare festa.

È molto popolare anche nel Regno Unito. Le vetrine dei negozi si tingono di arancione e di nero, con zucche, streghette, pipistrelli e gatti dappertutto, e i bambini si divertono un mondo a mascherarsi e ad andare a bussare ai vicini con la fatidica domanda “Dolcetto o scherzetto?” E proprio questo video della Oxford University Press ci aiuta a saperne di più su come gli inglesi festeggiano Halloween.

How do children celebrate Halloween in England?

They make pumpkin lanterns, which are one of the symbols of Halloween. Making a pumpkin lantern is quite easy. You take a pumpkin, make a hole on its top or its bottom and scoop out the flesh. You cut out eyes, nose and mouth, put a candle inside the pumpkin and put the lantern on display in your window or on your doorstep.
At Halloween children love wearing fancy dress costumes and usually dress up as scary characters like wizards, ghosts, zombies, vampires, black cats etc.
They also prepare scary food and play special Halloween games such as Apple bobbing and Apples on strings.
Apple bobbing is real fun! You place a lot of apples in a big bowl full of water and then you try to catch one using only your teeth. If you want to make it more difficult, you can cover your eyes with a scarf. Be careful not to get too wet!
But the best part of Halloween is trick-or-treating! Children knock on people’s doors and ask them “trick or treat?” If the answer is “treat”, they get sweets, biscuits, chocolate, etc., otherwise they play tricks. They could write scary or funny messages on windows using soap, or toilet-paper gardens, or even egg cars! So never forget to get enough sweets for trick-or-treaters knocking on your door!

Oltre a raccontarci di come viene festeggiato Halloween nel Regno Unito, questo video ci dà l’occasione per introdurre il Present Continuous (o Present Progressive), il tempo verbale che in inglese è usato per indicare azioni che si stanno svolgendo nel momento o periodo in cui si parla.
La costruzione della forma affermativa del Present Continuous è:

Sogg + Present Simple del verbo to BE + Forma ING del verbo

Esempio: “I’m making a pumpkin lantern” Sto facendo una zucca di Halloween

La forma negativa e e la forma interrogativa del Present Continuous, invece, si formano seguendo quanto abbiamo già visto per la costruzione della forma negativa e interrogativa del verbo to BE

Esempio: “Sally, what are you doing?” Cosa stai facendo, Sally?

Per saperne di più sul Present Continuous, qui potete trovare la spiegazione di come si costruisce e come si usa: Present_Continuous_scheda.
Mentre qui potete trovare degli utilissimi esercizi da fare anche online:

Present Continuous – forma affermativa
Present Continuous – forma negativa
Present Continuous – forma interrogativa
Present Continuous – Esercizi di riepilogo

Se anche voi oggi farete la vostra zucca di Halloween, non buttate via la polpa di questo coloratissimo ortaggio che può essere usata per preparare delle ricette davvero gustose, come questo pumpkin risotto o questo pumpkin pie.

E se vi serve qualche suggerimento per degli stuzzichini facili e veloci da servire al vostro party di Halloween, andate a vedere come abbiamo preparato i nostri sfiziosissimi Frankfurter mummies e Spooky egg eyes!

Mi raccomando, non dimenticate di comprare scorte di dolcetti per i trick-or-treaters, altrimenti vi ritroverete a fare come mio padre che, l’anno scorso, terminate le caramelle e dato fondo ai dolcetti, biscotti, succhi di frutta e quant’altro in dispensa, per non ritrovarsi con la macchina insaponata, si è visto costretto a spegnere tutte le luci e a fingere di non essere in casa!

Happy Halloween! j


Janet L. Dubbini

snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake
%d bloggers like this:
Skip to toolbar