Where are you from – Beginner

Le vacanze estive sono, ohimè, agli sgoccioli. Tra non molto dovremo riporre infradito, secchielli e teli da spiaggia per riprendere la solita routine, il lavoro e, per i più giovani, la scuola.
A proposito di scuola, certo, tra alzatacce e attese alla fermata dell’autobus, il ritorno in classe è sempre piuttosto traumatico. Però, ammettiamolo: che bello ritrovarsi con i vecchi compagni e fare, magari, nuove amicizie!
Ed è proprio di ritorno a scuola e di nuovi amici che parla il video realizzato da Zanichelli per il corso di inglese Classmates che ho scelto per il post di oggi.

Un suggerimento per i meno esperti: se vi sembra che i protagonisti parlino troppo velocemente, vi basterà cliccare sulla rotellina in basso a destra sulla schermata del video e ridurre la velocità di riproduzione.

Kim: Hi. Is today your first day at this school?
Laura: Yes, it is… my name’s Laura. Laura Green.
Kim: My name’s Kim. Where are you from, Laura?
Laura: We’re from Preston, in Northern England.

Kim: We..?
Laura: My brother and I. And he’s such a pain!
Danny: Hey! I’m right here, you know?
Laura: Kim, this is my brother Danny.
Kim: Hi, Danny. I’m Kim. Nice to meet you.
Danny: Nice to meet you too. Where are you from, Kim?
Kim: My family are Chinese, but I’m British.
Danny: Girls, this is my new friend Ali. He’s from India and he’s a genius!
Ali: Nice to meet you. Uh, oh, that’s the bell. It’s time to go. Come on! Hey! Watch out!
Ryan: Sorry! I’m Ryan. I’m from New York, in the USA.
Kim, Danny: It’s nice to meet you.
Kim: Let’s go!

Grazie a questo video abbiamo l’opportunità, intanto, di rispolverare il presente del verbo essere – to BE:

Forma affermativa:
I am                (io sono)
you are           (tu sei)
he /she/it is     (lui, lei, esso/a è)
we are             (noi siamo)
you are           (voi siete)
they are          (essi sono)

Nel parlato, però, gli inglesi in genere usano la forma contratta:
I’m
you’re
he’s /she’s/it’s
we’re
you’re
they’re

Forma negativa – basta aggiungere “not” dopo il verbo:
I am not          (io non sono)
you are not     (tu non sei)
he /she/it is not           (lui, lei, esso/a non è)
we are not      (noi non siamo)
you are not     (voi non siete)
they are not    (essi non sono)

Anche in questo caso esiste la forma contratta:
I’m not
you aren’t
he /she/it isn’t
we aren’t
you aren’t
they aren’t

Forma interrogativa – basta invertire la posizione del verbo con quella del soggetto:

Am I?
Are you?
Is he/she/it?
Are we?
Are you?
Are they?

Facile, no?

Rivediamo, ora, le short answers, o risposte brevi, quelle che usiamo quando dobbiamo rispondere solo sì o no:
Es. Is Laura British? Yes, she is.
Es. Is Kim Chinese? No, she isn’t.

Da questi due esempi possiamo ricavare come si costruiscono le short answers:
Yes, + pronome personale soggetto + forma intera del verbo be
No, + pronome personale soggetto + forma negativa contratta del verbo be.

Se volete fare un po’ di pratica con il verbo essere, andatevi a rivedere il post Verb To Be – Present Simple – Part 1, nel quale, tra le altre cose, potrete trovare anche degli utilissimi esercizi di approfondimento.

Oltre al verbo to BE, questo video ci dà la possibilità di ripassare anche:
– come ci si presenta in inglese:

My name’s Laura
My name’s Kim

– come presentare un nostro amico, familiare o conoscente:

this is my brother Danny
this is my new friend Ali

E, a proposito di presentazioni, sapete cosa si deve dire quando si fa una nuova conoscenza?

Nice to meet you = piacere

(to) meet, infatti, significa proprio fare la conoscenza di.

Come potete vedere nel video, a questa formula si può rispondere allo stesso modo ma aggiungendo “too” (= anche) alla fine della frase:

Es. “I’m Kim. Nice to meet you”       “Nice to meet you, too”.

Una domanda che sorge naturale quando si fa una nuova conoscenza è:

Where are you from? = Di dove sei?

Alla quale si risponde, per esempio:

I’m from London oppure I’m British.

Es. “Where are you from, Laura?”   “I’m from Preston”
Es. “Where are you from, Kim?”      “My family are Chinese”.

Mentre London e Preston sono nomi di città, British e Chinese sono nazionalità, indicano, cioè, l’appartenenza di una persona a un determinato paese.
Nel video di nazionalità ce ne sono anche altre. Vediamole insieme:

Chinese = cinese
British = britannico
Indian = indiano
American = americano

Già che ci siamo, a queste aggiungiamo:
Italian = italiano.

Diamo, ora, un’occhiata ad alcune espressioni e parole nuove del video:

right here = proprio qui
(to) know = conoscere, sapere
bell = campanella

E, per finire, ecco qui alcune espressioni di everyday English – inglese quotidiano usate dai protagonisti:

He’s such a pain! = è un tale rompiscatole!
It’s time to go = è ora di andare
Come on! = dai!, forza!
Watch out! = attento!
Let’s go! = andiamo!

Come sempre, non ci resta che mettere tutto in pratica, quindi:
Hello! My name is Janet. I’m from London, I’m British.
This is my friend Paola. She’s from Rome, she’s Italian.
What about you? Where are you from? What nationality are you?

Buon lavoro e a presto, j


Janet L. Dubbini

snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake
%d bloggers like this:
Skip to toolbar